Allergie primaverili nei bambini: come affrontarle al meglio

Benessere

Benessere

Benessere

In primavera, gli alberi e le piante erbacee rilasciano polline nell’aria e ciò può avere come conseguenza la comparsa delle allergie nei bambini con sintomi come starnuti, occhi arrossati, naso gocciolante, prurito, lacrimazione degli occhi e tosse. Saper gestire i sintomi allergici e prevenire l’esposizione è fondamentale per potersi godere la stagione mite al meglio.

Le allergie primaverili nei bambini

Le allergie stagionali sono un problema in costante aumento in ambito pediatrico. Circa il 12% dei bambini soffre di rinite allergica, un dato che sale al 21% fra gli adolescenti (1). I pollini, rilasciati nell’aria da piante erbacee e alberi, contengono degli allergeni che, se inalati, possono causare una reazione anomala del sistema immunitario, provocando fenomeni di tipo allergico.  Durante la primavera, molti bambini possono mostrare sintomi allergici dovuti al polline delle graminacee come orzo, frumento, mais, avena, segale, riso. Pollini allergenici possono provenire anche dal cipresso, l’ulivo, la mimosa, la parietaria, l’ambrosia, le betulle, i noccioli, i faggi e le querce (2). E, contrariamente da quello che si pensa, i cosiddetti “pappi” o “neve di primavera” rilasciati dai pioppi in primavera sono imputati erroneamente di causare allergie, in quanto i pappi non contengono polline, ma sono i frutti del pioppo.

Sintomi principali delle allergie primaverili

In caso di allergie primaverili, i sintomi si manifestano dopo che il bambino entra in contatto con il polline, e continuano finché si rimane esposti all’allergene. Tra i sintomi più frequenti abbiamo:

  • Naso chiuso e che cola
  • Lacrimazione degli occhi
  • Starnuti molto frequenti
  • Prurito al naso e agli occhi
  • Occhi arrossati associati a lacrimazione e fotofobia
  • Sonnolenza
  • Mal di testa
  • Difficoltà respiratorie
  • Complicazioni della condizione asmatica
  • Pelle gonfia e di colore bluastro sotto gli occhi
  • Riduzione del senso del gusto o dell’olfatto

Consigli utili

Piccoli accorgimenti possono essere adottati per ridurre l’esposizione dei bambini al polline e prevenire così i fenomeni di tipo allergico (3):

  • Consultare i calendari dei pollini elaborati dal Centro Nazionale di Aereobiologia http://www.pollnet.it/default_it.asp per conoscere il periodo di pollinazione della pianta a cui il bambino è allergico e le concentrazioni presenti in quel momento nel territorio di interesse.
  • Ricordarsi che in caso di clima soleggiato, secco e ventilato la concentrazione di polline è maggiore, in tal caso evitare posti di campagna, prati e terreni coltivati
  • Preferire il mare, l’alta montagna e il sottobosco per gite fuoriporta primaverili
  • Tenere chiusi i finestrini e usare l’aria condizionata durante i viaggi in auto
  • Cambiare gli abiti e far fare la doccia al bambino quando si rientra a casa
  • Usare occhiali da sole, soprattutto quando si va in bicicletta
  • Tenere chiuse porte e finestre quando il numero di pollini è alto
  • Effettuare lavaggi nasali a scopo preventivo per eliminare dal naso del bambino eventuali allergeni e ridurre i sintomi allergici. Infatti, l’uso della soluzione salina nasale riduce i sintomi e la necessità di farmaci e può essere usata quotidianamente o dopo l’esposizione ad allergeni (4)

Rimedi efficaci

Nel caso in cui il bambino manifesti sintomi dovuti alle allergie da polline, il trattamento dipende dall’ intensità dei sintomi.

I lavaggi nasali favoriscono la fluidificazione e la rimozione meccanica del muco (5,6) e possono esser utili in caso di naso chiuso che cola.

In presenza di sintomatologia più intensa, è bene confrontarsi con il proprio pediatra che può prescrivere farmaci cortisonici e antistaminici.


Bibliografia

Sestini et al. [Frequency of asthma and allergies in Italian children and adolescents: results from SIDRIA-2]. Epidemiologia e Prevenzione. 2005

D’Amato et al. Allergenic pollen and pollen allergy in Europe. Allergy. 2007 Sep;62(9):976-90

https://magazine.medlineplus.gov/article/what-triggers-seasonal-allergies

Scaddinng et al. Allergic Rhinitis in Childhood and the New EUFOREA Algorithm Front. Allergy, 2021

Hermelingmeier et al . Nasal irrigation as an adjunctive treatment in allergic rhinitis: a systematic review and meta- analysis. Am J Rhinol Allergy. (2012) 26:e119–25.

6 Things To Know About Complementary Health Approaches for Seasonal Allergy Relief

Gioca con Sanosauro

Tanti altri giochi, con protagonista
il nostro amico Sanosauro, ti stanno aspettando!